La scelta del terreno o del terriccio

Ogni pianta ha necessità di particolari elementi chimici e naturali per crescere al meglio. Quando le proporzioni di questi elementi sono idonee e bilanciate la pianta crescerà sana e rigogliosa.

Nel caso in cui gli elementi nutritivi contenuti del terreno siano sbilanciati o insufficienti, sarà necessario provvedere alla concimazione per fornire a ciascuna pianta il giusto nutrimento.

Esistono terricci specifici per ogni tipo di pianta.

La chimica del terreno

Gli elementi principali contenuti nel terreno sono azoto, fosforo, potassio e calcio ma la proporzione degli stessi varia in base al tipo di terreno e deve essere corretta secondo il tipo di coltivazione.

Quando siamo in dubbio, possiamo utilizzare il terriccio universale o concimanti generici.

Questi composti sono in genere formati da torba e argille, sabbia, cortecce e sono arricchiti di vari elementi nutritivi. Il pH è variabile. Alcuni di questi contengono anche fiocchi di perlite per favorire il drenaggio e l’areazione del terreno.

La crescita e la concimazione

Durante la crescita, la pianta sottrae elementi al terreno quindi questo va sostituito o, quando non è possibile, va concimato ad ogni ciclo vegetativo.

Esistono concimi in granuli che possono essere facilmente distribuiti sul terreno come anche concimi in forma solubile che verranno assimilati per il benessere delle piante.