Come si usa il seghetto alternativo

 

Cos’è il seghetto alternativo

Il seghetto alternativo è un elettroutensile in grado di svolgere numerosi lavori di taglio su diversi materiali tra cui il legno, plastica e metalli dolci.

È uno strumento molto versatile che permette di effettuare vari tipi di taglio grazie alla lama che si muove alternativamente avanti e indietro e alla manegevolezza dello strumento. È possibile realizzare tagli dritti, curvi, larghi, stretti, angolati, ecc…

Il risultato dipende principalmente dall’abilità dell’operatore ma anche dalla potenza della macchina e dal tipo di lama usata.

Questo strumento è molto diffuso anche tra gli hobbisti e gli amanti del fai-da-te grazie all’utilizzo relativamente semplice.

Come effettuare il taglio

Come già detto, l’utilizzo è piuttosto semplice ma resta il fatto che è uno strumento con il quale è facile farsi male. La lettura del manuale di istruzioni fornisce spesso indicazioni utili all’uso dell’attrezzo in sicurezza.

Il primo fondamentale passo è il fissaggio del pezzo da tagliare al banco di lavoro: si usano morsetti di vario tipo e dimensioni. È bene tenere in considerazione il fatto che la lama, tagliando, avrà una certa corsa verso il basso, quindi assicurarsi che ci sia spazio sufficiente per non danneggiare il piano di lavoro.

Tracciare la linea di taglio in maniera sufficientemente marcata tanto da essere visibile anche con la segatura che si formerà durante il taglio.

Il seghetto alternativo va tenuto preferibilmente con due mani, sia per una questione di sicurezza sia per la precisione.

La velocità va regolata in base alla durezza del pezzo da tagliare: più è duro il pezzo minore deve essere la velocità.

Iniziare il taglio con delicatezza seguendo la linea tracciata in precedenza, quindi procedere con decisione ma senza troppa fretta.

Le lame

In commercio esistono vari tipi di lama: scegliere (e usare) sempre la lama adatta al tipo di materiale da tagliare.

La differenza principale tra le lame è data dalla dentatura:

  • per un legno tenero si può usare una lama a denti grossi
  • per altri tipi di legno vanno bene le lame a dentatura media
  • per metalli non ferrosi e per materiali plastici si usa la lama fine

Esistono in commercio pacchetti con varie lame di diverso tipo, in ogni caso acquistare sempre le lame adatte al tipo di lavorazione da realizzare.

Il cambio della lama

I moderni seghetti alternativi dispongono di un sistema di fissaggio della lama estremamente semplice: in alcuni casi è presente un sistema di bloccaggio a molla (basta tenere in tensione la molla per sostituire la lama) in altri casi la lama è fissata tramite una piccola di morsa che va allentata con una brugola.

In ogni caso la sostituzione della lama è un’operazione veloce che richiede non più di un paio di minuti.

Nota: sostituire la lama scollegando l’utensile dalla corrente elettrica.

Manutenzione

Oltre al cambio della lama non è necessaria alcuna manutenzione.

È comunque bene pulire il seghetto alternativo dai residui del taglio (polvere, segatura, schegge) al fine di aumentarne la durata.

Alcuni accorgimenti

Seguendo alcuni semplici accorgimenti è possibile realizzare lavori di una certa qualità, utilizzando lo strumento come dei veri professionisti!

  • È importante non spingere l’attrezzo in avanti con troppa forza: c’è il rischio che la lama si spezzi o che il motorino si affatichi troppo. L’affaticamento del motorino è particolarmente evidente in seghetti alternativi per hobbista o comunque in attrezzi di qualità medio-bassa.
  • Per evitare le slabbrature che normalmente si verificano sul pezzo durante il taglio è sufficiente mettere il nostro pezzo tra due scarti di legno, fissare tutto con dei morsetti e tagliare tutto insieme.
  • Lo stesso accorgimento vale per il taglio di fogli metallici sottili e di laminati plastici in quanto potrebbero piegarsi o rompersi durante il taglio.

Un ultimo suggerimento è relativo al taglio di circonferenze, operazione piuttosto complicata se non si ha una grandissima esperienza.

  1. Praticare un foro sulla traccia della circonferenza di dimensioni sufficienti a far passare la lama
  2. Praticare un altro foro, più piccolo, al centro della circonferenza
  3. Fissare saldamente due legni tra loro con un angolo di 90° esatti
  4. Fissare al “retro” del seghetto alternativo uno dei due lati
  5. Creare un foro sull’altro lato e fissarlo (ma non troppo) al centro della circonferenza

Così facendo basterà seguire il movimento della squadra che abbiamo creato per realizzare dei tagli perfettamente circolari, e senza il rischio di errore!



Ti potrebbe interessare...



Vedi altri risultati

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *