Il riciclaggio della frazione residua secca

La frazione residua secca comprende tutti quei rifiuti che non sono riciclabili, come ad esempio la carta oleata, sporca o unta, piatti, posate e bicchieri di plastica, pannolini, assorbenti, stracci sporchi, calze di nylon, giocattoli in plastica, lettiere per cani e gatti.

La frazione residua secca è destinata allo smaltimento in discarica o in apposite strutture.

Tutti i prodotti che possono essere riciclati vanno divisi secondo la categoria merceologica a cui appartengono.

I prodotti chimici sono rifiuti speciali e vanno smaltiti secondo specifiche modalità.

E’ importante non includere nella frazione residua secca gli oggetti taglienti, liquidi e i rifiuti ingombranti.



Ti potrebbe interessare...



Vedi altri risultati

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *